I benefici della sauna facciale

By 14 Dicembre 2017 Rimedi casalinghi
sauna facciale

La pulizia del viso è uno step fondamentale nella cura della pelle perché permette di rimuovere con delicatezza cellule morte, impurità, tossine e persino i residui di smog, quello che inevitabilmente si deposita sulla pelle dopo una giornata in giro per la città. Questa pulizia può essere fatta con l’aiuto di professionisti del beauty, ma anche replicata a casa con una sauna facciale fai da tè. A questo proposito, infatti, esistono piccoli macchinari che riproducono in tutto e per tutto una sauna facciale professionale, ma non bisogna dimenticare i metodi più immediati, bastano una bacinella d’acqua e un asciugamano.

Come funziona una sauna facciale

La parola sauna dà già qualche indizio: si riscalda dell’acqua che genera il vapore da far agire sulla pelle del viso per qualche minuto. Il vapore dilata i pori e facilita la rimozione di impurità e punti neri, ma attenzione a non accanirsi con dita e unghie. Molto meglio purificare la pelle con una maschera all’argilla, strip per il naso o un panno morbido in microfibra.

Che si usi una sauna portatile o ci si affidi ai trattamenti dei professionisti, è importante non esagerare mai con la temperatura. L’azione del vapore deve essere delicata per scongiurare un eccessivo surriscaldamento della pelle. Per questo la sauna è indicata per tutti i tipi di pelle, tranne quella soggetta a couperose che ha bisogno di qualche accorgimento in più.

Una sauna facciale ben eseguita rende la pelle visibilmente più compatta e luminosa, favorendo la rigenerazione cellulare e preparando al meglio la pelle a ricevere i trattamenti successivi (tonici, sieri, maschere o creme idratanti). L’uso costante, non meno di una volta a settimana, garantisce che la pelle migliori gradualmente il suo aspetto generale, prevenendo brufoli e punti neri. In più con l’aggiunta di oli essenziali si sfruttano gli effetti benefici dei principi attivi contenuti nelle piante:

  • Eucalipto, Menta o Rosmarino se si ha un forte raffreddore
  • Lavanda e Limone per combattere l’eccesso di sebo
  • Argan e Jojoba per migliorare l’idratazione delle pelli più secche

Prima e dopo: i consigli

È sempre bene predisporre la pelle prima di una sauna e la soluzione migliore è uno scrub delicato da preparare facilmente in casa, con miele e zucchero, o ci si può affidare al proprio prodotto preferito. Lo scrub rimuove le impurità sulla superficie della pelle potenziando, di fatto, gli effetti della sauna.

Dopo, invece, è il momento della pulizia profonda: la pelle è pronta per essere detersa, senza essere strapazzata, con una maschera all’argilla su tutto il viso o sui punti più critici (zona T e mento). A seguire un tonico astringente, il prodotto ideale per restringere i pori ormai puliti, e riportare la pelle nel suo stato normale, ma più fresca e bella.