La ceretta araba fa male? Tutto quello che c’è da sapere

By 16 Ottobre 2019 Estetica
ceretta araba

La ceretta araba è un metodo di depilazione molto antico e a base di ingredienti naturali che di recente va molto di moda. Detta anche sugaring, prende questo nome che suona simile a “zucchero” in inglese proprio per una delle sue caratteristiche principali, cioè quella di essere composta di acqua e zucchero insieme a miele e succo di limone.

Si dice che perfino Cleopatra utilizzasse questo metodo di depilazione naturale e che proprio per questo avesse una pelle liscia e morbidissima. Quello che c’è di vero è che si tratta di un tipo di ceretta naturale noto fin dall’antichità, abbastanza delicato, che presenta dei notevoli vantaggi per chi ha la pelle delicata perché lo strappo è più dolce, la pelle non si irrita, i peli sono rimossi con più delicatezza e la ceretta si applica a 35 gradi, una temperatura ideale per chi soffre di vene varicose o fragilità capillare delle gambe.

Alcune provano a fare la ceretta araba in casa con acqua, zucchero, miele e succo di limone. Bisogna far cuocere il composto in un pentolino fino ad ottenere una specie di caramello appiccicoso, che si fa raffreddare per poi essere utilizzato sulla pelle. La preparazione non è esattamente semplicissima e per questo motivo in molte ricorrono all’acquisto della ceretta araba già pronta per l’applicazione, certamente più pratica e facile da usare, che si può comprare in erboristeria o nei negozi che vendono prodotti di bellezza.

Se vi state chiedendo se la ceretta araba fa male, la risposta è sicuramente no. Infatti uno dei vantaggi dello sugaring è proprio il fatto che lo strappo è così delicato da risultare praticamente indolore. Chi l’ha provata conferma che il fastidio, rispetto alla tradizionale ceretta, è minimo. E non solo. Anche le irritazioni post ceretta scompaiono, i capillari non si rompono e la pelle non si arrossa, sia perché lo strappo è più delicato sia perché si applicano solo ingredienti completamente naturali.

L’unica difficoltà della ceretta araba è proprio l’applicazione. Essendo un prodotto completamente naturale ha un’aderenza diversa rispetto alle tradizionali cerette ed è per questo che deve essere preferibilmente eseguita da professionisti della depilazione e dell’estetica. Anche la manualità dello strappo è diversa da quella della comune ceretta: bisogna stenderla in un modo particolare e poi tirarla via con un movimento rotatorio che si deve saper eseguire alla perfezione, altrimenti il rischio è quello di stressare la pelle e spezzare i peli invece di rimuoverli dalla radice.