La pressoterapia è un trattamento medico ed estetico che funziona eseguendo un massaggio meccanico con uno speciale macchinario. Il paziente, sdraiato sul lettino, indossa dei gambali sulle gambe e una fascia sull’addome. I cuscini sui gambali si gonfiano e si sgonfiano con una sequenza studiata per effettuare un massaggio che permette la circolazione e lo smaltimento dei liquidi e degli edemi. Molti pazienti utilizzano la pressoterapia per curare l’insufficienza venosa e il linfoedema, una patologia dovuta ad un’alterazione nel drenaggio della linfa che può essere causata da infortuni, lunghi periodi a letto, cure che hanno compromesso i linfonodi. Gli sportivi utilizzano la pressoterapia anche per alleviare il dolore dovuto a traumi durante l’attività agonistica.

In ambito estetico invece la pressoterapia si utilizza con successo per combattere la ritenzione idrica e la cellulite. Molti pazienti vi ricorrono per risolvere il problema della ritenzione idrica ma soprattutto per combattere quel fastidioso inestetismo della cute noto come “pelle a buccia d’arancia”, che è una conseguenza della cellulite. Solitamente la pressoterapia si esegue su gambe e braccia, ma spesso anche nella zona addominale. Raramente si utilizza su braccia e schiena.

A seconda della patologia, del problema estetico, e della gravità, si possono effettuare un numero più o meno grande di cicli di terapia della durata di circa 45 minuti. I risultati migliori si ottengono negli arti inferiori, come caviglie, gambe e cosce, dove l’effetto del massaggio sul drenaggio dei liquidi è evidente già dalle prime sedute. I benefici sono dovuti alla capacità del massaggio meccanico di spostare i liquidi nelle aree trattate, generando un’accelerazione del flusso ematico. In questo modo si riduce il ristagno dei liquidi e la ritenzione idrica che sono le prime cause della pelle a buccia d’arancia, ed è per questo che la pressoterapia è considerata un vero e proprio massaggio anticellulite.

Un beneficio collaterale della pressoterapia è che aiuta a disintossicare l’organismo che, riducendo la ritenzione idrica, si libera delle tossine. I benefici della pressoterapia sono anche anti-infiammatori: la pelle sarà più tonica e più integra, avrà un colorito più sano e sarà più ossigenata.

Per potenziare i risultati della terapia l’ideale sarebbe fare due interventi a settimana per un mese. Se il problema non è molto grave potrebbe bastare anche solo un massaggio a settimana. Per ottenere i migliori risultati, la pressoterapia dovrebbe essere accompagnata da una leggera attività fisica e da un aumento dell’idratazione (bere almeno 2 litri di acqua al giorno) insieme a una dieta più sana ed equilibrata.