Qual è la differenza fra laser diodo e luce pulsata?

By 13 Novembre 2019 Estetica
qual è la differenza tra laser diodo e luce pulsata

Il laser diodo e la luce pulsata sono due trattamenti estetici per rimuovere definitivamente i peli. Il funzionamento di entrambi i metodi è simile: un fascio di luce agisce sul bulbo pulifero in modo da eliminare il pelo ed essere sicuri che non ricrescerà. Sembrerebbero quindi trattamenti molto simili, se non fosse che la differenza tecnica sta nella lunghezza d’onda: il laser emette un tipo di luce che ha un’unica lunghezza d’onda e che viene assorbita solo dalla melanina contenuta nel bulbo del pelo, mentre la luce pulsata contiene tutte le lunghezze d’onda che vengono tagliate da dei filtri per selezionarne l’utilizzo per l’epilazione.

Entrambe le tecniche di depilazione definitiva si applicano sulla pelle pulita, dove la depilazione è stata effettuata due giorni prima. L’estetista passa il manipolo sulla zona da depilare e poi applica una crema lenitiva. In ogni caso è fondamentale non esporsi al sole per le successive 4 settimane per evitare la comparsa di macchie solari. Entrambi i metodi di depilazione si possono applicare su tutti i tipi di pelle, anche la pelle sensibile e reattiva. In questo caso, basterà dosare l’energia del laser diodo o della luce pulsata in modo da rendere il trattamento meno aggressivo.

La vera differenza fra laser diodo e luce pulsata sta nella velocità del trattamento. Per arrivare a una epilazione totale della zona trattata, per le donne servono 8 sedute con il laser diodo, 15-20 sedute con la luce pulsata. Inoltre la luce pulsata può non essere indicata per la depilazione maschile perchè può succedere che il fascio di luce non riesca a raggiungere la profondità del bulbo.
Un’altra differenza da fare riguarda il rischio di macchie sulla pelle dovute al trattamento. In generale, se fatti da mani esperte e con le dovute precauzioni non esiste nessun pericolo. La luce pulsata però, proprio perchè colpisce anche la pelle oltre che il bulbo pilifero, è più facile che dia iperpigmentazioni e il rischio ovviamente aumenta se ci espone al sole dopo il trattamento.

Con il laser diodo da questo punto di vista si va sul sicuro in quanto il raggio viene assorbito solo dalla melanina del bulbo pilifero e si può selezionare un tipo di laser specifico per ogni tipo di pelle e di pigmentazione, dalle pelli chiarissime con peluria bionda, fino alle pelli più scure o abbronzate con peli più scuri. Scegliendo il giusto tipo di laser non si corre il rischio di avere lesioni o macchie sulla pelle. Per i soggetti di colore invece, l’unico tipo di laser diodo indicato è quello di tipo neodimio yag.